Elezioni 2019, Spilamberto: è corsa a cinque

Si ripresenta alle elezioni amministrative per portare avanti il suo programma con una seconda legislatura il sindaco uscente di Spilamberto, Umberto Costantini, con il sostegno della lista “Spilamberto col Centrosinistra”. Costantini, 31 anni, ha vinto le elezioni del 2014 diventando primo cittadino. Il 26 maggio tenterà di riguadagnare il successo di allora, potendo contare sul supporto dell’associazionismo e del volontariato sociale oltre che dei buoni risultati ottenuti in questi 5 anni di prima legislatura.

Uno dei candidati che sfideranno Costantini è Alberto Stefani, 19 anni appena, diplomatosi lo scorso anno al Primo Levi di Vignola, con una formazione ed esperienze nel teatro, nella realizzazione di cortometraggi, nel mondo dello scoutismo e come animatore. A lui va il sostegno di una parte della sinistra, con partiti come Sinistra Italiana e Rifondazione Comunista che sono confluiti, tra gli altri, nella lista “Spilamberto a sinistra – Indipendenti di sinistra”.

Il centrodestra presenta la candidatura a sindaco di Maurizio Forte, 39 anni, allenatore di volley e dirigente aziendale che ha il supporto della lista civica “Prima Spilamberto” che include Lega, Fratelli D’Italia, Forza Italia e Spilamberto Iniziativa.

Una lista civica anche quella che sostiene il già dirigente scolastico dell’Istituto Levi, Omer Bonezzi, 66 anni, presidente dell’associazione “Cittadinanza Attiva”, con il sostegno della lista “Cittadini per Spilamberto”.

Il quinto candidato sindaco a Spilamberto è un ingegnere di 46 anni, Carlo Alberto Martinelli, anche lui sostenuto da una lista civica, la lista “SiAmo Spilamberto”.

I programmi delle liste che sostengono i cinque candidati sindaco sono consultabili nel dettaglio sulla Home Page del sito del Comune all’indirizzo www.comune.spilamberto.mo.it

×

Seguici su facebook

WP-Backgrounds Lite by InoPlugs Web Design and Juwelier Schönmann 1010 Wien