Stretta sugli autovelox: “Basta fare cassa sulla pelle degli automobilisti”

Arriva in Gazzetta Ufficiale il provvedimento sui dispositivi di rilevazione della velocità -i cosiddetti autovelox- voluto dal ministro Salvini.
Ecco le principali novità:

La prima novità riguarda l’installazione che richiede il nulla osta del prefetto. Inoltre viene fissata per la prima volta la distanza minima che deve intercorrere tra un dispositivo e l’altro in modo da evitarne la proliferazione. In città stop agli autovelox sotto i 50 Km/h. Per le strade extraurbane deve intercorrere una distanza di almeno un chilometro tra il segnale che impone il limite di velocità e il dispositivo. Il decreto precisa che l’utilizzo di dispositivi a bordo di un veicolo in movimento è consentito solo se c’è la contestazione immediata.. Il nuovo testo dà 12 mesi ai sindaci per adeguare gli autovelox alle nuove regole ma non affronta il nodo dell’omologazione dei dispositivi sollevato da una recente sentenza della Corte di cassazione, che potrebbe però essere risolto con l’introduzione in agosto nel nuovo codice della strada. Fino a quel momento tutte le multe emesse grazie agli autovelox saranno potenzialmente oggetto di ricorso.

 

WP-Backgrounds Lite by InoPlugs Web Design and Juwelier Schönmann 1010 Wien