Modena BUK Festival: dal 16 al 18 ottobre al via la kermesse della piccola e media editoria

Riparte finalmente Modena BUK Festival, la storica kermesse della piccola e media editoria nazionale che era attesa in primavera e dopo la sospensione per il lockdown pandemico sarà in cartellone da venerdì 16 a domenica 18 ottobre, Modena, dove da 13 anni, per la direzione artistica di Francesco Zarzana, accoglie il pubblico letterario e gli appassionati delle novità proposte dall’editoria italiana indipendente, grazie al sostegno della Fondazione di Modena, di Bper Banca e CNA, con il patrocinio della Regione e del Comune di Modena, sotto gli auspici del Centro per il Libro e La lettura del Ministero dei Beni Culturali. L’evento, di scena quest’anno nel Laboratorio Aperto di Modena, conferma la sua attenzione per il mondo della lettura e il pluralismo editoriale attraverso l’ospitalità di tante anteprime di stagione, e avrà un valore aggiunto speciale, la prima edizione del BUK Film Festival che implementa la formula tradizionale del festival, in un suggestivo intreccio fra cinema e letteratura.  Info e dettagli di programma sono adesso online sul sito bukfestival.it

E sono operative anche le prenotazioni per molti eventi, una precauzione necessaria nell’anno in cui si devono garantire le norme di distanziamento e di prevenzione della diffusione covid-19.  La prenotazione è dunque obbligatoria per il Gala BUK 2020 di venerdì 16 ottobre nella Chiesa San Carlo, nel cuore di Modena, così come per le proiezioni programmate a Modena nella Sala Truffaut e a Sassuolo. Per gli incontri letterari al Laboratorio Aperto la prenotazione è consigliata. I form da compilare sono pubblicati sul sito www.bukfestival.it 

Leitmotiv di BUK Festival sarà il “fattore donna”: nel 2020 che la direttrice esecutiva di Un Women, Phumzile Mlambo-Ngcuka, ha definito Anno delle donne (perché “La parità di genere non porta benefici solo per le donne e le bambine, ma per tutti quelli la cui vita può essere cambiata da un mondo più giusto che non lascia indietro nessuno“), ecco “UNIVERSO D”, un percorso dedicato ai temi e alle questioni di genere, con una dedica speciale rivolta a due grandi protagoniste. L’attrice Veronica Pivetti, innanzitutto, che riceverà il Premio Speciale BUK Festival 2020 venerdì 16 ottobre, nel corso della serata del BUK Gala 2020, per l’impegno personale e professionale legato alla sensibilizzazione sulla violenza di genere, portato avanti anche attraverso le sue scelte artistiche, dalla conduzione del programma cult di Rai3 “Amore criminale”, alla nuova prova d’autrice, il romanzo “Per sole donne” pubblicato a fine 2019 da Mondadori. Veronica Pivetti riceverà il Premio nella Chiesa San Carlo di Modena nella serata del 16 ottobre e subito dopo presenterà il suo ultimo libro in dialogo con la giornalista Camilla Ghedini. Il secondo riconoscimento, BUK Film Festival Award, andrà al soprano Susanna Rigacci: le sue interpretazioni si identificano con le straordinarie partiture musicali composte dal M.° Ennio Morricone, e proprio “per aver mirabilmente congiunto la voce alle note e alle immagini di pellicole che hanno fatto la storia del cinema contemporaneo, va all’artista la prima edizione di questo premio. Susanna Rigacci dal 2001 è voce solista di Ennio Morricone nei concerti e tour mondiali del Maestro, portando con la sua voce le musiche dei film ai massimi livelli di popolarità. Si è esibita nei maggiori teatri lirici italiani ed esteri sia in opere barocche che in ruoli di coloratura dell’opera mozartiana nonchè sul piano del “belcanto”, e si è via via dedicata sempre più frequentemente al repertorio contemporaneo, come nel 2011 sul palcoscenico di Sanremo, interprete d’eccezione per il brano dei La Crus. Il BUK Film Festival Award le sarà consegnato sempre venerdì 16 ottobre.

 

WP-Backgrounds Lite by InoPlugs Web Design and Juwelier Schönmann 1010 Wien