Sanità in crisi: il piano dell’Ausl per recuperare 200mila prestazioni

Sanità modenese sempre più in crisi, con liste d’attesa lunghissime per esami, visite ed interventi. Sono 200mila le prestazioni da smaltire. L’Ausl di Modena corre ai ripari, con un piano –presentato ieri- per ridurre le liste d’attesa: prima azione concreta ampliare la disponibilità di appuntamenti, anche coinvolgendo il privato accreditato. Il 75% dei nuovi appuntamenti sarà dedicato alle visite, il restante 25% agli esami diagnostici.
Secondo dati rilevati dalla Regione, comunque, oltre l’84% delle prestazioni dell’Ausl di Modena risulta essere consono ai tempi d’attesa.

La direttrice sanitaria dell’Ausl di Modena Romana Bacchi:

Silvio Di Tella, direttore sanitario dell’ospedale di Sassuolo, sulla carenza di professionisti nella sanità modenese:

 

WP-Backgrounds Lite by InoPlugs Web Design and Juwelier Schönmann 1010 Wien